Posted by Portrosegroup

Posted by Portrosegroup

BLOG-PORTROSE-COSTUME-DA-BAGNO-CLAUDIO-RACCA
FASHION

Claudio Racca è il nuovo direttore commerciale di Port Rose Group

Claudio Racca è il nuovo direttore commerciale di Port Rose Group, l’azienda italiana specializzata nella produzione di costumi da bagno e proprietaria dei marchi Marina Abagnale, Chamarel, Port Rose e Panaji.
Fino allo scorso ottobre, il manager era direttore commerciale di Parah.
L’ingresso di Racca nel management di Port Rose Group si inserisce in un piano di crescita e sviluppo dell’azienda fondata 25 anni fa da Sebastiano Abagnale insieme alla moglie Marina Esposito.
Nell’ambito di questo programma, Claudio Racca dovrà incrementare il numero di punti vendita partner della società:

I capi realizzati da Port Rose Group vantano requisiti di vestibilità e stile in linea con le esigenza della clientela che si rivolge ai punti vendita di fascia alta e medio/alta

ha dichiarato a Intimo Retail il nuovo direttore commerciale.

Un altro punto di forza dell’azienda è da ricercarsi nella sua capacità di soddisfare le esigenze di servizio e marketing degli operatori del canale specializzato.

Nel suo incarico, Racca coordinerà il lavoro delle 14 agenzie che, attualmente, costituiscono la rete vendita di Port Rose Group.

 

Fonte: http://www.intimoretail.it/2019/01/08/claudio-racca-port-rose-group/

BLOG-PORTROSE-COSTUME-DA-BAGNO-CHAMAREL
FASHION

Port Rose Group presenta il nuovo marchio Chamarel

Con l’estate 2019, Port Rose Group arricchisce la sua offerta con il marchio Chamarel.
Dopo il lancio della collezione Marina Abagnale, l’azienda campana che nel 2018 celebra il suo 25° compleanno, ha ideato per la prossima stagione estiva una collezione dedicata alla consumatrice con una silhouette curvy che ama interpretare i nuovi mood del fashion, è attento ai trend, sa apprezzare il bello, conosce i canoni dell’eleganza classica e non vuole rinunciare allo stile.
Per questo il design del nuovo brand Chamarel rende la figura femminile più armoniosa ed esalta tutte le linee che caratterizzano una silhouette più morbida. Nella collezione, il nero si ripete nelle proposte dei costumi in tinta unita e come sfondo a stampe sofisticate, contemporanee, ispirate ai graffiti metropolitani. Le stampe, posizionate in modo diverso su costumi e bikini, sottolineano i contorni del corpo e suggeriscono un senso di verticalità e sinuosità.
Chamarel si rivolge ad una fascia di clientela che apprezza il design italiano, il sofisticato gusto minimal-chic, la cura per i dettagli che garantiscono l’alta qualità delle proposte e l’assoluta femminilità soprattutto per un fitting “not only slim”.
Anche nelle proposte dei capi fuori acqua il nero è il comune denominatore e trasforma i copricostumi in abiti da indossare in molte occasioni. I capi sono realizzati in tessuti di qualità come la seta o la mussola di cotone e mantengono sempre l’equilibrio tra forma, stile, fluidità ed eleganza.
La prima collezione del nuovo brand è stata presentata ufficialmente a Maredamare

Fonte: http://www.intimoretail.it/2018/07/20/chamarel-ss-2019/

BLOG-PORTROSE-COSTUME-DA-BAGNO-TGCOM24
FASHION

Port Rose. Costumi eleganti e sofisticati dalla vestibilità perfetta

Marina Abagnale presenta le novita’ dell’azienda di famiglia: beachwear comodo e raffinato che tingera’ di colore l’estate 2018.

Port Rose, brand affermato a livello internazionale nel settore beachwear, con i suoi sofisticati costumi da bagno, capi d’abbigliamento ed accessori mare, si rivolge a donne adulte e raffinate, amanti del massimo comfort, senza mai rinunciare all’eleganza, nemmeno sulla spiaggia. Passione, competenza e professionalità sono i valori a cui da sempre s’ispira la famiglia Abagnale, fondatrice di questa solida azienda, che dai primi anni ’90 veste la silhouette femminile con bikini e costumi interi dal gusto ricercato, innovativi e confortevoli, realizzati con materiali di altissima qualità.

 

Colori audaci e vitaminici, linee impeccabili, stampe all’ultima moda, fresche e vivaci, adornano le collezioni Port Rose, adattandosi con naturalezza a tutte le forme ed esaltando la femminilità di colei che le indossa.
I costumi da bagno e i capi fuori acqua del brand campano sono in grado di coniugare contenuti stilistici fashion e vestibilità perfetta, anche per quelle donne che vestano una taglia superiore alla classica 42.
L’originalità delle fantasie, il pregio dei tessuti e uno sguardo sempre attento alle tendenze del mercato sono i punti di forza della linea mare progettata dal reparto stile della società, che vede al proprio timone l’estro ed il talento della responsabile creativa, Marina Abagnale.

Marina, quando e com’è nato il brand Port Rose? Da dove deriva la scelta di questo nome?
Il brand Port Rose è nato nel 1993, a Gragnano (NA), per opera della mia famiglia: gli Abagnale. In origine si trattava di un piccolo laboratorio artigianale, con il tempo questa realtà ha assunto le dimensioni di una vera e propria azienda, pur mantenendo intatte le caratteristiche di qualità ed eccellenza, tipiche della tradizione manifatturiera. Il nome del marchio è il risultato del connubio tra Port, inteso come luogo accogliente e rassicurante, e Rose, termine che rievoca l’essenza della femminilità.

Come mai i costumi da bagno? Cosa rappresenta per voi questo indumento?
Abbiamo scelto di produrre costumi da bagno perché amiamo le sfide: vestire una donna soltanto con qualche centimetro di stoffa, riuscendo al tempo stesso a farla sentire sicura di sé, comoda ed elegante, è da sempre il nostro obiettivo.

Quali sono gli elementi distintivi che caratterizzano le vostre collezioni?
Il punto di forza delle nostre collezioni risiede nell’esclusività delle stampe, unita alla ricerca, alla progettazione e allo sviluppo della perfetta proporzione coppe-taglie. Ogni capo della linea Port Rose viene ideato in Italia dal reparto stile e graphic design, sotto la direzione artistica di Betti Proietti, e viene sottoposto ad un’accurata analisi, in chiave di realizzazione e vestibilità, da parte del team dei modellisti e dei responsabili dei reparti produttivi, per assicurare una vestibilità impeccabile e un’alta raffinatezza.

Com’è la donna Port Rose? A quale figura femminile vi rivolgete?
L’ispirazione nasce dall’osservazione delle donne comuni, mediterranee, dalle forme morbide, che desiderano valorizzare la propria silhouette, pur non indossando una taglia 42. Non è infatti impresa semplice trovare sul mercato capi che vantino una vestibilità confortevole e, al tempo stesso, un gusto estetico raffinato, garantendo anche il giusto rapporto qualità-prezzo.

Anticipazioni sulle tendenze della prossima estate?
I trend più significativi di questa estate 2018 hanno come protagoniste immagini di foreste iper-colorate, con stampe Jungle, sempre ben definite e caratterizzate da cornici nere. Ritroveremo soprattutto i colori caldi della savana nel Black Sauvage, che interpreta il più classico degli animalier, alternato a stampe grafiche all over. Infine, proponiamo l’attualissima Optical Zoo, dal sapore vintage, che s’ispira agli anni ’60, su fondo bianco decorato con profili leggeri oppure su fondo matt impreziosito da ricami. Saremo inoltre presenti sul mercato con una nuova linea, “Marina Abagnale”, che si propone come brand di fascia alta, con un prodotto più fresco e leggero nella varietà delle stampe, ma anche dinamico ed elegante, senza mai rinunciare ad una delle nostre reason why: la vestibilità.

L’anno nuovo riserverà qualche sorpresa?
Il 2019 sarà testimone del lancio di un nuovo brand dal nome “Chamarel”, che punta ad un target femminile dall’eleganza sofisticata e che trova la sua espressione nel più essenziale dei colori: il nero, presente come leit motiv sia nei capi a tinta unita che nelle stampe più ricercate.

Fonte: https://www.tgcom24.mediaset.it/donne/port-rose-costumi-eleganti-e-sofisticati-dalla-vestibilita-perfetta_3140330-201802a.shtml

FASHION

Maredamare Firenze 2017

@ FashionTV

Fonte: https://www.youtube.com/watch?v=Q__4dFIc2rI

it_IT
en_US it_IT